Una elegante e nuova Guest House ricavata in una villa liberty, sapientemente ristrutturata ed arredata mantenendo intatto l'aspetto originale, circondata da un ampio giardino, al centro del piccolo antico paese di S.Maria del Giudice a pochi chilometri da Lucca e da Pisa.
La residenza è dotata di ogni comfort e di parcheggio privato. Le camere adeguatamente arredate in stile e finemente pitturate come lo stile liberty richiedeva, sono state ristrutturate mantenendo la bellezza dell'epoca. Alcune camere sono dotate di ampio balcone, dove trascorrere qualche momento di piacevole riposo.
Il giardino arredato con cura, consente di rilassarsi dopo una giornata al mare, in montagna o dopo il ritorno da escursioni culturali, possiamo qui trascorrere fresche serate in compagnia dei proprietari o di altri amici.
Molta attenzione viene data alla prima colazione, preparata personalmente dalla padrona di casa, con piatti dolci e salati, tenendo presente di fare assaporare prodotti tipici lucchesi e del luogo, essa viene servita in una elegante e solare veranda o all'aperto nel giardino.
I titolari sono sempre presenti, per consigli su escursioni luoghi da visitare e per qualsiasi tipo di necessità, desiderano dare all'ospite l'opportunità di conoscere al meglio la zona e i dintorni.

"Questo è il segreto dell'ospitare. Far sentire i tuoi ospiti benvenuti e a casa propria"

B.Hall

Tante persone mi chiedono perché' questo nome, Marta è ovvio, io mi chiamo così, Guest House a molti non piace, ma io ho tenuto fede alla promessa iniziale di quando abbiamo iniziato a ristrutturare questa casa, questo sarebbe stato il suo nome.
I motivi di questo nome sono due, il primo è nato quando nel 1996 insieme a mio marito e a mio figlio, Giorgio, allora di due anni, abbiamo fatto un secondo viaggio in Indonesia e stranamente ci siamo trovati a soggiornare in una singolare e piccolissima isola nel Mare di Sulawesi dal nome Siladen.
Siamo arrivati qui a bordo di una piccola barca a motore con la quale eravamo partiti dal porticciolo di Manado nell'Isola di Surlavesi, eravamo solo noi tre.
Arrivati all'isola davanti a noi abbiamo visto tre piccole capanne in paglia vicino al mare, una simpatica signora ci veniva incontro. Eravamo entusiasti così subito le abbiamo chiesto se potevamo rimanere qualche giorno, lei felice ci ha accolto mostrandoci le stanze e presentandosi , lei era Marta e il suo rustico resort Marta Guest House!

Che combinazione!Quello era un luogo incantato, un mare limpidissimo cristallino con coralli e pesci variopinti fino dalla riva. Le capanne piccole e non certo confortevoli, avevano un materasso sul pavimento e una zanzariera, tutto uno po' logoro, sul balcone davanti un tavolo e due poltrone di fronte al mare. L'elettricità e il telefono non facevano parte di quel luogo. A noi questa basilare semplicità ci piacque tantissimo.
La sera la luna illuminava una barca ferma e il mare scintillava al riflesso della luce, era bellissimo..
In una capanna di paglia non lontano c'era il bagno, essenziale. per la doccia dovevamo gettarci acqua addosso prendendola da un bidone, faceva molto caldo e tutto sembrava piacevole e divertente.  Per i pasti potevamo accedere alla cucina che aveva rustici fornelli in pietra a carbone sul pavimento, tipici di tutta l'Asia.
Io dovevo preparare qualche pappa a mio figlio che fosse di suo gradimento così le donne mi aiutavano ridendo per la diversità di quello che facevo.
Io mi trovavo bene mi sentivo a casa mia. Alcune ragazze mi portavano banane, ananas e dolci e Marta la padrona mi preparava dei freschi pesci alla griglia accompagnati con riso che anche Giorgio poteva mangiare.
I bimbi di questo piccolo villaggio venivano a giocare con Giorgio, incuriositi per la diversità. Lo invitarono a visitare la loro scuola, un'unica classe, gli regalarono una barchetta in legno che teniamo ancora con nostalgia.
Marta con la famiglia si fermavano a parlare con noi, con quel poco inglese che conoscevano, ma con le parole , i gesti e il calore umano tutto si riusciva a capire ci trasmettevamo qualcosa...
La partenza da quel luogo fu molto triste, tutto il piccolo villaggio era sulla spiaggia a salutarci bambini e adulti, anche perché eravamo noi gli unici ospiti.
Il piacevole ricordo di questo soggiorno mi aveva sempre fatto sperare che un giorno potevamo tornarci, ma una sorpresa mi attendeva!!
Un pomeriggio mentre sfogliavo una rivista di viaggi scopro amaramente che la mia Marta Guest House è sparita, un enorme complesso turistico ha spazzato via la bellezza di questo luogo, ora il turista ha tutti i confort e le agiatezze di un soggiorno di completo relax, ma!!!!!
Noi che viaggiando molto avevamo provato diverse soluzioni, preferendo per scelta strutture private, ci eravamo già da tempo fatto idea di poterne avere una propria, promettemmo a noi stessi che quella semplicità di gesti con tanto caloroso affetto ricevuti doveva essere proseguita da qualche parte..
Per questo la mia casa si chiamerà così Marta Guest House per ricordare un momento indimenticabile della mia vita.
Il secondo motivo di questo nome è un po' conseguenza del primo .
Io voglio che la mia casa che certo non è una capanna, tutt'altro alcuni la chiamano villa, cosa che a me non piace, sia la casa dell'ospite, desidero che l'ospite si senta a casa sua, deve sentire il calore umano, parlare raccontare, vivere qualche giorno in una famiglia diversa che ti accoglie come un amico.
Il motivo per stare volentieri da Marta deve essere questo.

MARTA GUEST HOUSE  |  Via del Querceto, 47 Santa Maria del Giudice  |  55100 LUCCA (LU)  |  ITALY

Tel. +39 0583 378 555   |   Cel. +39 320 6364 530   |   P.IVA 02123940468   |   info@martaguesthouse.it

PRIVACY | POLICY